SCUOLA DI CUCINA | LA SESSIONE D’ESAME DEL 18 MAGGIO

//SCUOLA DI CUCINA | LA SESSIONE D’ESAME DEL 18 MAGGIO

SCUOLA DI CUCINA: CARRIERE AL VIA PER CHEF, CUOCHI E PASTICCERI

Sabato 18 Maggio 2019 – Scuola di Cucina – Sede di Empoli.
Presso la sede centrale della nostra
Scuola di Cucina di Empoli si sono svolti gli esami che hanno visto coinvolti gli allievi dei nostri corsi di cucina professionale.
I Candidati provenienti dai corsi hanno dovuto sostenere prove diverse a seconda del loro percorso accademico, tutte volte a sondare i loro livelli di preparazione.
Con enorme soddisfazione i candidati hanno dimostrato di aver raggiunto ottime competenze professionali superando le prove e ottenendo così il loro Diploma Accademia Italiana Chef.

SCUOLA DI CUCINA: I DIPLOMATI E I LORO PIATTI

LORENZO GALLETTI – DIPLOMATO DEL CORSO DI CHEF

Lorenzo ha presentato un piatto chiamato “Trippa della Val D’Elsa” a base di insalata di trippa di Castelfiorentino con scaglie di carciofo croccante Empolese, julienne di cipolla rossa di Certaldo e glassa di vino Chianti classico Docg di Montespertoli. La Commissione ha apprezzato molto la morbidezza della trippa che, all’assaggio, contrastava piacevolmente con la croccantezza del carciofo fritto, mentre la cipolla ed il vino, donavano acidità, rendendo il piatto gustoso e fresco.

DENISE PREVEDEL – DIPLOMATA DEL CORSO DI CHEF

Denise ha presentato un piatto in cui la montagna e il bosco si sono espressi al meglio attraverso un delizioso filetto di cervo cotto nel pino mugo. All’assaggio la carne è risultata molto morbida, delicata e saporita allo stesso tempo, merito di un’accurata attenzione di Denise in ogni fase di preparazione del piatto.

JETMIR OSMENAJ – DIPLOMATO DEL CORSO DI CHEF

Jetmir ha presentato un piatto a base di reale di vitello, cipolla di Certaldo in agrodolce e sedano rapa. Essendo, il reale di vitello, un taglio dell’animale poco pregiato che spesso viene scartato, in questo piatto è stata messa alla prova l’abilità dello chef che ha saputo valorizzare questo taglio di carne, creando un piatto saporito, morbido al taglio e molto estetico alla vista. Un’ottima prova capace di mettere in luce tecnica, abilità e competenza.

VINCENZO PENNONE – DIPLOMATO DEL CORSO DI CUOCO PROFESSIONISTA

Lo stage è stato d’ispirazione per Vincenzo che ha voluto presentare un piatto che ha imparato a fare proprio durante il periodo di tirocinio. Coerentemente alla storia del piatto, gli ha dato il nome di “Amore a primo polpo”. Il piatto è piaciuto molto per la consistenza del polpo, molto tenero, per la sapidità e per la ricchezza dei sapori donata dalla salsa teriyaki. Un piatto molto valido, completo nelle consistenze e nei sapori.

ANTONIO MARIA COSTANTINI – DIPLOMATO DEL CORSO DI CUOCO PROFESSIONISTA

Antonio Maria ha presentato uno “Spago alla Maranello”, un piatto semplice, ma creativo. Caratterizzato dai colori dell’Italia, con una base di asparagi, spaghetti e gamberetti, questo piatto ha colpito per il contrasto dato dalle uova di lompo che, oltre a dare acidità, hanno simboleggiato il colore nero degli pneumatici della Ferrari; ecco perché Maranello. Un piatto molto ben riuscito, simbolico e originale.

SAMUELE PORCELLI – DIPLOMATO DEL CORSO DI CUOCO PROFESSIONISTA

Samuele ha presentato un piatto chiamato “Spaghetti Mood”, con crema di broccoli e pinoli. Il piatto ha colpito molto per il vivido colore verde, all’assaggio è piaciuto molto l’effetto croccante dei pinoli e la morbidezza della crema di broccoli

ALESSANDRO VENDRAMINI – DIPLOMATO DEL CORSO DI CUOCO PROFESSIONISTA

Alessandro ha presentato un piatto chiamato “Amore”, un risotto con gambero, mozzarella di bufala e scorza di lime. Il piatto ha colpito subito la Commissione per l’estetica molto curata, per il sapore strutturato, raffinato e originale, nonché per la consistenza irresistibile e cremosa. Insomma, un piatto davvero bello e buono!

LAURA CASTELLI – DIPLOMATA DEL CORSO DI CUOCO PROFESSIONISTA

Laura ha voluto unire tecnica, originalità e praticità nel suo primo piatto chiamato “Lumache di Terra”. Un primo piatto di lumache, formato di pasta piuttosto grande a forma di lumaca, appunto, farcite con salsiccia e radicchio. Interessante la verde purea di fave usata come finitura di questo piatto molto buono e saporito.

SARA BENUZZI – DIPLOMATA DEL CORSO DI PASTICCERE PROFESSIONISTA

Sara ha sottoposto alla valutazione della Commissione un tris di paste da colazione di diverso formato, realizzate con impasti differenti, dando prova di una buona manualità e di una buona conoscenza tecnica. Come torta creazione ha presentato una monoporzione di Torta Diplomatica che è risultata ben strutturata nei sapori e nelle consistenze.

FELICIA LIVITCHI – DIPLOMATA DEL CORSO DI PASTICCERE PROFESSIONISTA

Felicia ha presentato tre diverse paste da colazione realizzate con impeccabile attenzione all’equilibrio dei sapori e alle consistenze. Come torta creazione ha presentato una “Trionfo goloso al cioccolato e lamponi”, un prodotto molto buono preparato con professionalità e occhio all’estetica.

NADEJDA GALBURA – DIPLOMATA DEL CORSO DI PASTICCERE PROFESSIONISTA

Nadejda ha sottoposto alla valutazione della Commissione diverse tipologie di paste dimostrando di aver raggiunto tecnica e manualità. “La luce dei miei occhi” è il nome della torta creazione con glassa a specchio, ai sapori di cioccolato bianco e lamponi che ha presentato alla Commissione che ne ha apprezzato il sapore goloso ed equilibrato e la buona consistenza.

 

JESSICA BERTI – DIPLOMATA DEL CORSO DI PASTICCERE PROFESSIONISTA

Jessica ha presentato un’assortita linea di paste da colazione soffici e gustose e biscottini in pasta frolla molto golosi e profumati. Ha poi onorato le sue origini napoletane presentato alla Commissione una pastiera napoletana, ricca di sapore e ottima nelle consistenze.

PAOLA GRANATI – DIPLOMATA DEL CORSO DI PASTICCERE PROFESSIONISTA

Paola ha messo in luce una buona preparazione tecnica e una competenza professionale attraverso la presentazione dei suoi prodotti. Ben sfogliate e buone nel sapore le sue paste da colazione di diverso formato e golosa, ma allo stesso tempo raffinata la sua rivisitazione di zuppa inglese in monoporzione.

 

LA SCUOLA DI CUCINA AUGURA A TUTTI I DIPLOMATI UN FUTURO RICCO DI SODDISFAZIONI!

SCUOLA DI CUCINA | LA SESSIONE D’ESAME DEL 18 MAGGIO ultima modifica: 2019-06-04T20:14:20+02:00 da amministratore

CORSI DI CUCINA
MILANO

CORSI DI CUCINA
ROMA

CORSI DI CUCINA
BOLOGNA

CORSI DI CUCINA
TORINO