SCUOLA DI CUCINA | LA SESSIONE D’ESAME DEL 24 FEBBRAIO 2018

//SCUOLA DI CUCINA | LA SESSIONE D’ESAME DEL 24 FEBBRAIO 2018

SCUOLA DI CUCINA: CARRIERE AL VIA PER CHEF, CUOCHI, PASTICCERI E PIZZAIOLI.

Sabato 24 Febbraio 2018 – Scuola di Cucina – Sede di Empoli.
Presso la sede centrale della nostra
Scuola di Cucina di Empoli si sono svolti gli esami che hanno visto coinvolti gli allievi dei nostri corsi di cucina professionale.
I Candidati provenienti dai corsi hanno dovuto sostenere prove diverse a seconda del loro percorso accademico, tutte volte a sondare i loro livelli di preparazione.
Con enorme soddisfazione i candidati hanno dimostrato di aver raggiunto ottime competenze professionali superando le prove e ottenendo così il loro Diploma Accademia Italiana Chef.

SCUOLA DI CUCINA: I DIPLOMATI E I LORO PIATTI


ANTONIO DI MAGGIO – DIPLOMATO DEL CORSO DI CHEF PROFESSIONISTA

Un ottimo piatto da proporre in fase di esame per la sua complessità di esecuzione. Il polpo in salsa cotto a bassa temperatura con barba dei frati in riduzione al nero d’avola. Alga kangi per sgrassare il palato, ed il tutto guardino con patate al burro. Elevata complessità, dal target molto alto, una vera e propria sfida per lo Chef Antonio Di Maggio, il quale se la cava egregiamente di fronte ad una commissione molto esigente e pignola.


LEONARDO SEGATO – DIPLOMATO DEL CORSO DI CHEF PROFESSIONISTA

“Il veneto in tavola”. Filetto di vitellone padano accompagnato con tuorlo d’uovo crudo e polvere di cenere. Medaglioni di ravanello e cipollina borettana all’aceto balsamico. Ottima idea, un piatto originale e saporito, piaciuta molto l’idea della polvere di cenere, così come la cottura della carne. Un piatto scelto dallo Chef Leonardo Segato, in onore della propria terra di origine. Il filetto è il taglio più pregiato ma non il più saporito, è per questo che sono stati aggiunti ingredienti in abbinamento per valorizzarlo al massimo… missione compiuta.


DAVIDE MIGLIOZZI – DIPLOMATO DEL CORSO DI CHEF PROFESSIONISTA

Branzino in crosta quinoa. E’ uno degli ingredienti più mangiati nel paese di origine della mamma dello Chef Davide Migliozzi. Una rivisitazione del classico branzino in crosta di patate, accompagnato da verdure croccanti. Piaciuta moltissimo l’idea della quinoa alla commissione, un ingrediente salutare adatto veramente a tutti. Il piatto dalle basi Peruviane, risulta solido e bilanciate con una croccantezza giusta al palato e profumi ricchi della propria terra.

LAURA MARIA RAUSA – DIPLOMATA DEL CORSO DI CUOCO PROFESSIONISTA

Sapori familiari. I ravioli sono realizzati con farina di grano prodotta nell’azienda familiare del Cuoco Laura Maria Rausa. Sapori e odori che ricordano in ogni sua essenza la terra Siciliana. Ottimo l’impiattamento e l’abbinamento ricco di ingredienti ben bilanciati. Un piatto molto salutare. Utilizzato lo scalogno per cercare di mantenere concentrato il gusto. Tre sono le cose fondamentali del piatto: origine del prodotto, famiglia e stagionalità.


MIREN CERMA – DIPLOMATO DEL CORSO DI CUOCO PROFESSIONISTA

Ossobuco con risotto allo zafferano in fantasia milanese. Un piatto molto significativo per il Cuoco Miren Cerma, in quanto è la prima realizzazione proposta nella città di New York. Ricetta tipica milanese ma con sapori che richiamano l’America. Piatto bilanciato, saporito e ben contrastato. Essenzialmente un esecuzione riuscita e decisamente soddisfacente per la commissione d’esame.


GIUSEPPE SCARICO – DIPLOMATO DEL CORSO DI CUOCO PROFESSIONISTA

Carrè di agnello su crema di pecorino con carciofo croccante e riduzione di vino rosso. Quest’ultimo scelto per contrastare la sapidità del pecorino. L’agnello è impanato con basilico, prezzemolo, menta e pane in cassetta. Cottura perfetta del carrè. Un piatto molto bello esteticamente con personalità e tanta voglia di stupire i palati. Il sapore è ottimo così come la croccantezza ed i contrasti. Ottimo lavoro del Cuoco Giuseppe Scarico.

FRANCESCO BILOTTA – DIPLOMATO DEL CORSO DI CUOCO PROFESSIONISTA

“Ti porto via con me”, è il nome del piatto calabrese proposto dal Cuoco Francesco Bilotta. Unione di prodotti tipici calabresi a partire dalla base di crema di caciocavallo, pasta salata con nduja e patata con funghi piopparelli bagnati con il bergamotto. Cottura della pasta eseguita alla perfezione, così come la sapidità del piatto. Esteticamente elegante, minimale e pulito.

SAID MIRDAS – DIPLOMATO DEL CORSO DI CUOCO PROFESSIONISTA

Nidi verdi con erbe, formaggio e crema di zucca ripieno di gorgonzola e cialda di parmigiano. Il cuoco Said Mirdas cucina ogni perla dandogli un sapore diverso: cannella, rosmarino, grana grattugiato, erbette. Un piatto più unico che raro, dai gusti variegati e dell’aspetto divertente. Sapori naturali e concentrati, ottimo il bilanciamento fra loro ed ottimo anche il contrasto che si scopre assaggiando casualmente gli gnocchetti.

MARIA PAOLA MINARDI  – DIPLOMATA DEL CORSO DI PASTICCERE PROFESSIONISTA

“La mia Faenza” e un piatto in ceramica, famosa per la torta decorata in relazione ad esso. Una tradizione tramandata dai nonni del Pasticcere Maria Paola Minardi, tradizioni decorative fra torta e piatto che lasciano sempre a bocca aperta, sia per il desiderio di mangiarla, sia per la stupefacente bellezza estetica. La torta è eseguita a base di ricotta, mandorle, amaretti, zucchero alkermens, maraschino e bucce di limone.

MASSIMO MARCON  – DIPLOMATO DEL CORSO DI PASTICCERE PROFESSIONISTA

Una torta molto rischiosa a base di cioccolato bianco e crema di limone. Il cioccolato bianco se non gestito più che bene può’ risultare molto dolce a volte stucchevole; per questo l’importanza del sapore del limone per smorzarne la dolcezza del cioccolato bianco e per regalare un abbinamento delicato. Aspetto elegante e sofisticato, adatto ad ogni tipo di tavola. Gli ingredienti si sposano bene fra di loro bilanciandosi egregiamente.

MARIA RACCAGNI CIKO  – DIPLOMATA DEL CORSO DI PASTICCERE PROFESSIONISTA

Roll cake al limone e arancia. Panna con aroma di limone e vaniglia. Un dolce scelto dal Pasticcere Maria Raccagni Ciko in uno dei periodi più importanti della vita. Una voglia di Roll Cake nata infatti nel periodo della gravidanza di Maria, e non a caso una ricetta fortemente mantenuta nel tempo e proposta anche in sessione d’esame. Semplice dal punto di vista estetico, sapori delicati ma allo stesso tempo consistente.

ROBERTO FLORIS  – DIPLOMATO DEL CORSO DI PASTICCERE PROFESSIONISTA

“Romantica” è il nome del dolce proposto dal Pasticcere Roberto Floris. Versione della foresta nera ma più leggera, con l’uso di amarena biscuit al cacao bavarese alla vaniglia, mousse al cacao fondente e amarena a pezzi. Un dolce importante dai sapori forti e decisi, per questo la decisione di una rivisitazione light nella scelta degli ingredienti. Bello anche l’aspetto estetico, soffice e croccante nello stesso attimo in cui la torta si incontra con il palato.

VIRGINIA LENZI  – DIPLOMATA DEL CORSO DI PASTICCERE PROFESSIONISTA

Una esplosione di sapori e di colori che richiamano al bosco. Una base di frolla al cioccolato con ricotta e frutti di bosco è quello che ci propone il Pasticcere Virginia Lenzi. Piaciuto molto l’accostamento per quanto riguarda il tipo di frolla alla ricotta. Interessante anche l’esecuzione estetica e le fragranze.

FRANCESCO BUONOCORE  – DIPLOMATO DEL CORSO DI PASTICCERE PROFESSIONISTA

Da buon Napoletano DOC, il Pasticcere Francesco Buonocore non poteva che presentare in fase d’esame la ricetta del Babà con Rhum. Infatti in Campania e particolarmente a Napoli, il Babà come la Pizza sono le icone culinarie che più rappresentano la città e i napoletani. Una ricetta nata anche durante i corsi di formazione dove il Pasticcere Francesco insieme al suo Tutor hanno approfondito e perfezionato questo tipo di ricetta.

MARSIDE HALA  – DIPLOMATA DEL CORSO DI PASTICCERE PROFESSIONISTA

La torta è battezzata dal Pasticcere Marsida Hala con il nome di “Fantasia di Frutta”. Basta guardarla per capire il perché del suo nome, e basta guardarla per capire anche i sapori che trasmette. Torta Chantilly, pan di spagna e decorazione con panna e frutta. Una esecuzione piaciuta molto alla commissione perché ben bilanciata nei sapori dolci, infatti la torta risulta essere delicata e non assolutamente stucchevole.

I DIPLOMATI DEL CORSO DI PIZZAIOLO PROFESSIONISTA

Nella stessa sezione si sono diplomati anche: ALBERTO SEGNA, DAVIDE MATTIACCI, LUIS FERNANDO NARVAEZ PARRAGA, FRANCESCO SOIAT, TIZIANO MARIA MORO, MAURIZIO BAREL, GIUSEPPE SABBI, allievi del Corso di Pizzaiolo Professionista. I nostri neo diplomati hanno ottenuto il Diploma di Pizzaiolo Professionista dopo un percorso di lezioni teorico-pratiche presso l’Accademia che ha visto come docente il Maestro Pizzaiolo Daniele Gorini, uno stage presso una Pizzeria ed infine grazie al superamento di una prova d’esame. Il bagaglio di conoscenze appreso sarà necessario per entrare nel mondo del lavoro, sia in Italia che all’estero. Gli allievi hanno dimostrato di aver raggiunto un livello di competenze professionali adeguato per poter affrontare con successo la propria carriera lavorativa futura.

LA SCUOLA DI CUCINA AUGURA A TUTTI I DIPLOMATI UN FUTURO RICCO DI SODDISFAZIONI!

SCUOLA DI CUCINA | LA SESSIONE D’ESAME DEL 24 FEBBRAIO 2018 ultima modifica: 2018-03-08T16:53:36+00:00 da amministratore